RADIOGRAFIA

La radiografia è un esame diagnostico che studia una parte del corpo attraverso l'utilizzo di radiazioni ionizzanti (RX).
E' un esame veloce, indolore, non ha controindicazioni e non necessita di una preparazione prima dell'esecuzione. Particolare attenzione deve essere posta alle donne in età fertile, che devono escludere una possibile gravidanza prima dell'esame: le radiazioni ionizzanti possono infatti essere dannose per il feto. In caso di gravidanza l'indagine viene eseguita solo se assolutamente necessaria e non sostituibile con altre metodiche che non facciano uso di radiazioni ionizzanti. In ogni caso, le radiografie devono essere eseguite solo se strettamente necessarie alla diagnosi di una patologia.

Quando è utile questo esame?

La radiografia può essere un valido supporto per la diagnosi delle patologie nelle varie branche mediche specialistiche: traumatologia, diagnostica ossea e toracica, esami di routine e specialistici.
E' possibile studiare il sistema scheletrico, per ricercare alterazioni infiammatorie (artriti), degenerative (artrosi), lesioni di varia natura e nei traumi per escludere fratture. La radiografia del torace è ampiamente utilizzata nella ricerca di patologie polmonari, come lesioni, broncopolmoniti, pleuriti e per un primo approccio nell'analisi della situazione cardiovascolare. L'addome diretto può essere eseguito per sospette calcolosi, perforazioni, importanti stati infiammatori.


Come viene eseguito l'esame?

La radiografia viene eseguita con un sistema radiologico digitale diretto.
Il sistema digitale integrato fornisce immagini di elevata qualità con una riduzione di dose al paziente rispetto ai sistemi analogici tradizionali.
L'esame radiologico viene eseguito in piedi o distesi sul lettino. Il Tecnico di Radiologia provvederà a sistemare il paziente nella posizione piùH adatta all'esecuzione della radiografia. Il tavolo d'esame ad altezza regolabile permette un facile accesso a qualsiasi tipo di paziente.
Il fascio di radiazioni viene prodotto da un tubo radiologico e viene diretto sulla parte del corpo da esaminare. Il fascio di RX attraversa il paziente attenuandosi in maniera variabile rispetto al tipo di densità e composizione dei tessuti che incontra. L'immagine finale quindi è composta dalla radiazione residua che ha attraversato il paziente: le ossa, che assorbono maggiormente le radiazioni, appaiono come aree bianche mentre i tessuti molli, che hanno una densità minore rispetto alle ossa, appaiono più scuri.


Radiografia
Radiografia


Quali settori vengono analizzati?

  • - RX torace
  • - RX addome e parti molli
  • - RX sistema scheletrico ed articolare
  • - RX sistema scheletrico ed articolare sotto carico